Cronaca

Fiammetta Borsellino incontra gli studenti dell’istituto Ferrara

Appuntamento fissato per venerdì alle 10. Gli alunni le consegneranno delle lettere immaginarie scritte al giudice Borsellino che contengono le emozioni provate nel “rivivere” i tragici anni in cui non erano ancora nati

Fiammetta Borsellino

Dopo trent'anni dalla strage di via d’Amelio in cui persero la vita il giudice Borsellino e gli uomini della scorta, venerdì 12 maggio dalle 10 Fiammetta Borsellino incontrerà alcuni studenti dell’Istituto Ferrara di Palermo per portare la sua testimonianza di figlia e cittadina.

Nelle ultime settimane gli alunni sono stati impegnati nella ricostruzione della memoria storica del pool antimafia, del maxi processo e delle stragi del ‘92, approfondendo con letture e visioni di interviste e filmati cosa sia successo a Palermo e in Sicilia in quegli anni, manifestando commozione, gratitudine ma anche il bisogno di chiarezza sui fatti accaduti. A Fiammetta gli alunni consegneranno delle lettere immaginarie scritte al giudice Borsellino che contengono le emozioni provate nel “rivivere” i tragici anni in cui non erano ancora nati.

"Siamo onorati di accogliere Fiammetta Borsellino nella nostra scuola, per i nostri ragazzi sarà un’occasione preziosa di confronto e crescita umana. Quotidianamente - dichiara la professoressa Margherita Maniscalco, dirigente scolastica dell’Istituto Ferrara - sensibilizziamo gli studenti ad una cultura della legalità, nella convinzione che la lotta alla mafia non si debba limitare solo alle aule giudiziarie, ma coinvolga anche quelle scolastiche perché i docenti costruiscano un modello positivo di società e comportamento".


Si parla di