Zeman a Palermo, piazzale dello stadio intitolato allo zio Vycpalek

Omaggio all'ex giocatore e allenatore rosanero scomparso nel 2002. Alla cerimonia, oltre al sindaco Leoluca Orlando, c'era anche l'attuale tecnico del Cagliari: "Il Palermo? La vittoria di ieri all'ultimo minuto può dare coraggio", ha detto il boemo

Il piazzale d'ingresso dello stadio "Renzo Barbera", è stato intitolato questa mattina a Cestmir Vycpalek ex giocatore e allenatore del Palermo scomparso il 5 maggio 2002. Alla cerimonia, oltre al sindaco Leoluca Orlando e all’assessore allo Sport, Cesare Lapiana, erano presenti il nipote Zdenek Zeman, attuale allenatore del Cagliari, l'ad dell'Us Città di Palermo, Andrea Cardinaletti, Salvatore Antibo, Armando Vaccarella e numerosi ex calciatori della squadra rosanero, tra cui  Ignazio Arcoleo, Alvaro Biagini, Antonino De Bellis, Franco Paleari e Mauro Di Cicco.

“L’intitolazione del piazzale d’ingresso dello stadio – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – è un doveroso atto da parte dell’amministrazione comunale in ricordo di uno degli interpreti più importanti del calcio palermitano raccogliendo, anche, l’appello non solo di tanti sportivi palermitani ma anche di moltissimi cittadini legati alla storica figura di Vycpalek. Sono certo che da domani tutti i palermitani chiameranno questo spazio urbano, piazzale Cesto, così come era affettuosamente chiamato questo grande giocatore e allenatore, il primo capitano straniero in una squadra italiana. Ringrazio i tifosi presenti e, soprattutto, Zeman, palermitano come Cesto".

E proprio Zeman è stato accolto con affetto dai tifosi di casa. In molti questa mattina l'hanno chiamato "maestro": "Sono sempre impegnato a insegnare qualcosa come quando allenavo le giovanili del Palermo. Mi sento un educatore. Il Palermo? Ancora non l'ho visto. La vittoria di ieri all'ultimo minuto può dare coraggio. Non mi aspettavo, invece, la crisi del Catania: l'ho visto in Coppa Italia e mi sembrava una squadra compatta.

Argomenti

Potrebbe interessarti